Il CEIPES alla Flott per dialogare sui giovani e sul lavoro della tradizione.

Martedì mattina, 17 Novembre, abbiamo ospitato (pur nello stravolgimento del vero senso dell’ospitalità in questi giorni di pandemia) Rosi Libertini e Emanuele Averna del CEIPES (Centro Internazionale per la promozione dell’educazione e lo sviluppo) venuti per una intervista finalizzata alla conoscenza del ruolo svolto nel nostro territorio da professionisti nella lavorazione e conservazione del pesce, della pesca sostenibile e della sua evoluzione in cucina. Intervista che rientra nel progetto denominato “GRASTROFISH – Increasing the empowerment of youth by improving the digital e-learning in gastro-fish” [Accrescere le competenze dei giovani migliorando l’e-learning digitale nella gastro-pesca].

Sono venuti a chiederci spunti, o momenti di ispirazione come li abbiamo chiamati, utili per i giovani e per la valorizzazione del nostro territorio in tutta Europa. Soprattutto si sono soffermati sul ruolo delle donne nella nostra azienda e sul nostro lavoro.

Facendo intervenire, in video call, la nostra Francesca Azzali (insieme al responsabile dell’area social media Pippo Ferrante) abbiamo chiuso il cerchio. Una giovane donna che svolge un ruolo importante per l’azienda è la testimonial del nostro approccio verso il mondo dei giovani e delle donne in particolare.

Dall’intervista, realizzeranno un prodotto editoriale che, appena sarà pubblicato, lo riprenderemo qui in questo canale e nei nostri social network per farvi entrare dentro le tematiche trattate. Rimandiamo a quel momento l’approfondimento delle stesse.

Grazie a Rosi e ad Emanuele. Grazie al CEIPES. Piacere di avervi conosciuto.

Richiedi informazioni


Accetto l'informativa sulla privacy